Tempo di primavera, tempo di fiori (fai da te)

Avete voglia di fare ma non sapete cosa? Avete un tavolo in giardino (o in balcone) ma non volete stare lì solo a guardare quello che avete intorno? Con la bella stagione vi sentite creativi ma non siete né pittori, né artisti? Allora siete esattamente come me.

Prendete una sedia e lo scatolone fabbricone (sì, quello con dentro i ritagli di stoffa, la colla e le forbici con la punta arrotondata), accomodatevi all’aria aperta e scegliete i fiori che volete costruire.

Sì, dei fiori che non appassiscono mai: forse non profumano, ma possiamo ingegnarci anche su quello.

Avete una casa in pieno stile provenzale? Tra colori pastello e celesti tenui? Allora i fiorellini bianchi sono la soluzione per quel mobile sul quale non sapete cosa mettere.

Se invece vivete in un ambiente dall’atmosfera romantica e retrò, non si può che non pensare alle rose che, come il nero, stanno bene su tutto e sono sempre eleganti. Sono un pochino più impegnative dei fiori precedenti, ma il risultato vi darà, proprio per questo motivo, molta soddisfazione.

Avete da poco inaugurato casa e vi hanno regalato delle piante con tanto di carta crespa annessa a coprire il vaso? Non buttatela, può trasformarsi in un mazzo di fiori!

Dal cemento non nasce niente, dai tovaglioli nascono i fiori… No, non era proprio così, ma in questo caso ci può stare. Questi sono molto da camera da letto, delicati e ovattati, non hanno odore, di certo non vi daranno fastidio e sul comò ci stanno benissimo.

Ma siamo attenti anche alle esigenze di chi ama il minimal e il moderno. Basta del cartoncino, una matita, un paio di forbici e della colla per riempire quei vasi sempre vuoti. Il risultato è più o meno questo.

Vi siete appassionati? Volete passare ormai molto tempo a fabbricare fiori? Questo tutorial è per professionisti veri dell’origami, basta saper piegare e tagliare nel punto giusto. I miei preferiti, lo ammetto.

Qui vi abbiamo consigliato quelli più semplici, ma se fate un giretto nel web ne trovate di ogni, come ad esempio quelli con la stoffa. Infine, se invece che sui fiori volete buttarvi sulle stelle, avevamo proposto qualcosa qualche tempo fa.

Quindi non buttate mai via i ritagli, ma soprattutto non buttate mai via creatività e fantasia.

Foto di digika

Lascia un commento


sei - = 4