Grazie alle scienze matematiche conosciamo svariati tipi di geometrie. Quella euclidea, per esempio, o quella analitica. Eppure, c’è una geometria ignota ai più che non deve dare il merito ai numeri. Ma alla terra.
Proprio così. È vegetale, infatti, la geometria di Sakir Gokcebag, [Per saperne di più]

Noi di Bonduelle riteniamo di conoscere perfettamente ogni tipo di verdura esistente al mondo. Eppure, ammettiamo una lacuna: sulle verdure che vivono nel mondo Disney dobbiamo ancora approfondire.
Proprio così: si trova a Disneyland Paris, infatti, l’orto di Topolino: un campo dove [Per saperne di più]

- Amore, sono depressissima!
- Che è successo?
- Al corso di danza del ventre hanno detto che ho un talento naturale…
- E non sei felice?
- No, visto che parlavano della mia pancia! Da stasera solo verdure bollite.
- Ma vaaaa, ho io la ricetta giusta per sdrammatizzare!

FREGOLA CON CECI E PANCETTA

Ingredienti

Brodo vegetale 1 l
Ceci lessati 350 gr
Cipolle 1 bianca media
Olio 3 cucchiai
Pancetta affumicata 200 gr
Pasta fregola 500 gr
Pepe nero q.b.
Peperoncino 1 fresco
Pomodori passata 500 gr
Prezzemolo fresco tritato q.b.
Sale q.b.

PREPARAZIONE

Preparate il brodo vegetale e tenetelo in caldo.
Tritate finemente la cipolla con il peperoncino fresco privato dei semini interni; nel frattempo fate scaldare in una pentola antiaderente l’olio e aggiungetevi il trito, quindi fate imbiondire a fuoco lento per 5 minuti, aggiungete la pancetta affumicata tagliata in dadini e fate rosolare ancora per 3-4 minuti.
Aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere per altri 5 minuti fino a che prende un leggero bollore, aggiungete i ceci cotti e proseguite ancora 5 minuti.
Per ultimo aggiungete la fregola: mescolate bene e versate poco brodo vegetale alla volta come per un risotto, tenendo conto che non deve asciugare completamente ma restare una preparazione leggermente brodosa.
Portate a cottura secondo il tempo indicato sulla confezione della pasta, poi aggiungete prezzemolo tritato e regolate di pepe a piacere.

L’essiccazione è il metodo più gustoso per conservare le verdure, tanto che alcuni appassionati, di pomodori secchi riuscirebbero a mangiarne piatti interi. E perché no? Anche un intero servizio di stoviglie.
Nessuno scherzo. Si chiama Geke Wouters, infatti, la designer olandese che [Per saperne di più]

Che la verdura mantenga giovani è cosa risaputa. Quindi perché dovreste stupirvi se un’ultraottantenne riuscisse a risolvere senza problemi un’equazione algoritmica? Evidentemente ne avrà mangiata tanta.
Tutto vero. Sul corriere.it, infatti, si trova un articolo dove vengono menzionati alcuni studi che teorizzano con una certa sicurezza la capacità delle verdure di mantenere il cervello giovane.
Ed è certo una bella notizia questa, che ci dà un motivo in più per ingozzarci dei nostri cari ortaggi. Come dire: mens sana, in verdure sane.

Ci sono momenti in cui l’inverno non si riesce proprio a sopportare, e allora ci si proietta alla bella stagione, magari cucendo un bellissimo vestitino perfetto per la spiaggia. Tutto sta nel decidere la fantasia più estiva. Ma se pensate che dei pois possano essere la soluzione migliore, vuol dire che non avete mai potuto ammirare la freschezza di un abito a pommes. [Per saperne di più]